Palermo: 69 anni e sei mesi, firma il contratto di docente a tempo indeterminato

Bernarda Di Miceli, 70 anni a San Valentino del 2018 è fra le “fortunate” che in Sicilia ha ottenuto l’immissione in ruolo

La Repubblica 05 agosto 2017

Ha 69 anni e sei mesi ma non ha ancora raggiunto i 20 anni di contributi versati per andare i pensione. Così Bernarda Di Miceli che compirà settant’anni l’anno prossimo nel giorno di San Valentino la prossima settimana sarà in via San Lorenzo, sede dell’ufficio scolastico provinciale per firmare il suo contratto a tempo indeterminato di docente di scuola primaria all’istituto Pio La Torre di Palermo.

Un caso limite per la docente che deve per giunta ritenersi fortunata perché quest’anno

alla Sicilia sono toccate appena il cinque per cento delle oltre 51 mila immissioni in ruolo e fra queste è toccato a lei. Adesso resta da capire quanto resterà in cattedra la docente. La legge è chiara. A 66 anni e 7 mesi scatta l’obbligo della pensione ma se non si hanno 20 anni di contributi versati si può restare in servizio fino a 70 anni e 7 mesi se questo permette di raggiungere il “monte contributi” che fa scattare la pensione di vecchiaia.

 

Non so se mettere l’articolo tra le barzellette (se non fosse che c’è poco da ridere ad affrontare il problema del lavoro che non si trova) o proporre una nuova rubrica :

“Finché c’è vita c’è speranza” .

In fondo l’importante alla fine è vincere,no?

di Gianni ZANIRATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *