Di Maio, nuova gaffe al Tg1: la Russia diventa «un Paese del Mediterraneo»

La sua pagella

Da msn 16/11/2017

La sai l’ultima su Giggino? Ha detto che la Russia è nel Mediterraneo. Cioè, usando la penultima gaffe di Di Maio, è come dire che la Russia è geograficamente una alter ego (che in dimaiese significa omologa) della Grecia o della Spagna. Insomma il candidato premier dei 5 stelle inciampa ancora in geografia. No, non c’entra il Venezuela di Pinochet. Stavolta così ha esternato Di Maio, appena reduce dal viaggio negli Stati Uniti (non sono ubicati in Oceania): “Noi non siamo una forza isolazionista. Siamo un Paese alleato degli Stati Uniti, ma interlocutore dell’Occidente con tanti Paesi del Mediterraneo come la Russia”. A parte l’uso un po’ approssimativo dell’italiano (la trascrizione di cui sopra è fedele alle parole pronunciate da Di Maio), ciò che impressiona è scoprire che forse la Russia è una isola delle Cicladi e Mosca si trova a Malta.

Articolo proposto da Gianni Zanirato

Commento.

 Egregio candidato Presidente del consiglio Giggino Di Maio, mi spiace doverLe comunicare che la Sua resa scolastica non è certo molto soddisfacente eppure Le abbiamo sottoposto domande alle quali qualunque bambino di 5^ elementare saprebbe rispondere.

Vediamo la Sua pagella:

  • Grammatica italiana. Purtroppo Lei non riesce a comprendere come funzionano i congiuntivi. Glielo abbiamo spiegato molte volte ma non va proprio.

 Voto: 4.

  • Ha spostato la Russia sul Mediterraneo, è molto grave. Probabilmente ha difficoltà anche a giocare a Risiko.

   Voto: 2

  1. Ha fatto diventare il sanguinario dittatore cileno Pinochet nientemeno che venezuelano. Coraggio, carissimo candidato presidente del consiglio, in fondo il continente l’ha indovinato.

Voto: zero. Un politico non può non conoscere il dramma vissuto dal popolo cileno. Si vergogni!

  1. Cesare Battisti condannato per terrorismo diviene per il nostro grande statista anche uno stragista.

Voto 5. Non è in grado di capire la differenza tra sparare ad una persona e mettere una bomba che ne uccide cento.

  • Il sociologo Luciano Gallino lo fa diventare “lo psicologo Gallini”.

Voto: 4.

  • Quando parla degli incontri internazionali con i suoi omologhi li definisce “alter ego” (persona che fa le veci di un’altra).

Voto:5. Ormai il latino non lo capisce più nessuno.

  • Educazione civica. Definì i malati di cancro una lobby.

Voto: zero. Denota oltre ad una estesa ignoranza, anche una grande insensibilità verso i malati.

Morale.

Lei non sarebbe neppure capace di superare l’esame di 5^ elementare ed invece aspira a diventare presidente del consiglio?

Riduca il Suo immenso ego e si adatti ad essere semplicemente una persona mediocre e che rischia di essere pericolosa per la democrazia. L’Italia ed i lavoratori hanno bisogno di ben altro.

di Gianni ZANIRATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *