IL VOTO UTILE

Nel mese di marzo, saremo chiamati alle urne per eleggere il nuovo Parlamento e il nuovo Senato della Repubblica. Organismi democratici ai quali la carta Costituzionale assegna il compito di dare il Governo al nostro Paese.

Un rilevante dubbio emerge: quanti saranno i cittadini e le cittadine che andranno a votare? Visto il trend negativo delle recenti consultazioni è auspicabile che vi sia una netta inversione di tendenza e un risveglio di partecipazione democratica.

Molteplici sono le concause che spingono elettori ed elettrici alla disaffezione al voto (non e’ comunque il caso di citarle, ci andrebbe un libro e un approfondito dibattito).

Disertare le urne è una scelta che fa sfuggire l’elettore da un suo diritto e lo rimuove dal compiere un esercizio democratico sancito dalla Costituzione, atto fondamentale del nostro Stato sancito dalla lotta di Liberazione dal nazifascismo.

L’art.48 della stessa carta recita:”Sono elettori tutti i Cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età. Il voto è personale ed uguale, libero e segreto. Il suo esercizio è un dovere civico.”

In una competizione elettorale il terreno di confronto è a disposizione delle varie opzioni programmatiche, di identità, di valori morali ed etici e ogni elettore ha piena facoltà di scegliere o di identificarsi in ognuna di essa. Quello si che è il vero voto utile.

Non esiste tabella o classifica dove vi sono opzioni autonominate o preventiva selezione per chi invitare a votare.

Nell’avvicinarsi del voto saranno sempre più frequenti appelli al voto utile. Chi fa tale appello è in mala fede, compie un atto di prevaricazione. E’ un non rispetto della volonta’ la quale è una sola: Il mio voto è utile per l’opzione nella quale mi riconosco.

E’ auspicabile non cadere nel tranello di chi è convinto di essere portatore di utilità che ha fini di parte, è inganno teso a calpestare un effettivo e convinto voto utile

di Sabino NOVACO

P.S. Vuoi collaborare con noi? invia i tuoi articoli a conte.francesco@tin.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *