UNA NOTIZIA CHE PASSA INOSSERVATA

Giorni addietro i giornali hanno riportato nelle pagine interne, quasi fosse una curiosità statistica, il rapporto dell’OXFAM. Questo metteva in evidenza che duemila ricchi possiedono la ricchezza di 4,6 miliardi di persone nel mondo

Rileggete questa frase, rileggete questi numeri.

Dietro questi numeri ci sono i più grandi problemi del mondo:

  • Lo sfruttamento disumano e la disoccupazione
  • La catastrofe climatica
  • Le guerre e il traffico di armi
  • La criminalità organizzata e il narcotraffico
  • Le grandi migrazioni e il traffico di esseri umani
  • Il dilagare della corruzione e la democrazia in pericolo
  • La chiusura delle fabbriche e le banche disastrate
  • La disinformazione e il bavaglio alla stampa libera
  • I paradisi fiscali e le crisi finanziarie

Spesso consideriamo quelli che sono poveri come potenziali delinquenti, perché non riescono a sopprimere questo maledetto vizio di mangiare e sono disposti a fare chissà che cosa. Siamo così abituati a temere i loro crimini possibili che non ci accorgiamo di quelli che, persone elegantemente vestite, compiono già contro tutta l’umanità.

Dovremmo imparare a sospettare dei troppo ricchi: è mai possibile che i loro averi siano frutto di ingegno, alta istruzione e grande professionalità?

La disuguaglianza è la madre di tutti i peggiori mali e la sinistra, tutta la sinistra nel mondo deve mettere al primo posto la battaglia per sconfiggerla.

Un paio di studiosi dell’economia e della società nel 1848 hanno scritto: proletari di tutto il mondo unitevi.

Forse sarà bene ripartire da lì.

di Angelino RIGGIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *