CE N’EST QU’UN DEBUT CONTINUONS LE COMBAT

(Non è che un inizio: continuiamo la lotta)

Questo era uno degli slogan nato nel Maggio Francese (1968) divenuto in breve la parola d’ordine di milioni di giovani in tutto il mondo occidentale: da Parigi a Roma, da Berlino ovest a Londra…

Ho pensato a questo slogan quando hanno cominciato a rimbalzare su tutti i media notizie come questa di ieri.

Protezione Civile: continua calo contagi 3780 (ieri 3.957), morti 601 (ieri 651). Guariti: oggi 408, in totale 7432

Sembra un bollettino di guerra, però ci dice che non stiamo più arretrando ma siamo finalmente usciti dalle trincee e comincia la controffensiva. La guerra sarà ancora lunga ma per la prima volta stiamo avanzando.

Ognuno deve continuare a fare la propria parte con la convinzione che solo così potremo vincere. Non dobbiamo delegare ad altri: ad ognuno la propria parte. In fondo non ci si chiedono cose impossibili: stare a casa ed uscire solo per le vere necessità.

Solo questo sacrificio per la vittoria finale.

Insomma:

Ce n’est qu’un debut continuons le combat.

Gianni ZANIRATO

23/03/20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *