SAVONA, I DELIRI DEL SUPREMATISTA ARRESTATO: “IO LA STRAGE LA FACCIO DAVVERO, HO LE ARMI, PENSO CHE FARO’ TRAINI 2.0”

La Repubblica del 22/01/2021

https://video.repubblica.it/edizione/genova/savona-i-deliri-del-suprematista-arrestato-io-la-strage-la-faccio-davvero-ho-le-armi-penso-che-faro-traini-20/375106/375720

La polizia ha arrestato un 22enne di Savona, Andrea Cavalleri, nell’ambito di un’operazione antiterrorismo in ambienti della destra radicale contigui al terrorismo di matrice suprematista.

L’indagato è accusato di aver costituito un’associazione con finalità di terrorismo nonché di aver svolto azione di propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale aggravata dal negazionismo.

Sono in corso anche 12 perquisizioni nei confronti di persone vicine al 22enne nelle città di Genova, Torino, Cagliari, Forlì-Cesena, Palermo, Perugia, Bologna e Cuneo.

L’operazione antiterrorismo è diretta in particolare ad ambienti della destra radicale contigui al terrorismo di matrice suprematista.

L’attività investigativa, diretta dalla procura di Genova, è condotta dalle Digos di Genova e Savona e dal Servizio per il Contrasto dell’Estremismo e del Terrorismo Interno della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione-UCIGOS.

Il giovane savonese arrestato dalla Digos si ispirava al gruppo suprematista statunitense AtomWaffen Division e alle Waffen-SS naziste.

Per questo aveva creato anche delle chat dove istigava alla violenza contro gli ebrei.

Il ragazzo aveva anche redatto e diffuso sul web documenti di matrice neonazista e antisemita con i quali incitava alla rivoluzione violenta contro “lo Stato occupato dai sionisti” ed alla eliminazione fisica degli ebrei.

L’indagato è accusato di associazione con finalità di terrorismo e propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale aggravata dal negazionismo.

Oltre agli ebrei, il giovane savonese arrestato dalla Digos aveva preso di mira anche le donne.

Nelle varie chat monitorate dagli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Chiara Paolucci, il ragazzo diceva di appartenere alla corrente Incel, ovvero gli “involontariamente celibi”.

Il gruppo prende di mira le donne.

Secondo quanto emerso gli Incel addebitano a presunti comportamenti delle donne i loro fallimenti nelle relazioni sentimentali.

Sui siti gli Incel istigano all’odio contro il sesso femminile.

COMMENTO:

NON SERVONO ALTRE PAROLE PER INORRIDIRE.

Il fascismo ed il nazismo sono sempre vivi.

Berthold BRECHT :

“E voi, imparate che occorre vedere e non guardare in aria; occorre agire e non parlare. Questo mostro stava, una volta, per governare il mondo! Il popolo lo spensero, ma ora non cantiamo vittoria troppo presto: il grembo da cui nacque è ancora fecondo.”

Gianni ZANIRATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *