POLEMICHE SOCIAL PER IL POST DI FONTANA SU JACOBS: “DESTINO DELLA LOMBARDIA FAR CORRERE L’ITALIA SEMPRE PIU’ FORTE”. LA REPLICA: “E’ LA MULTICULTURALITA’ A FAR CORRERE FORTE”

Oltre cinquantamila i commenti sotto il commento del governatore lombardo che nel 2018 aveva detto ai microfoni di Radio Padania: “Non possiamo accettare tutti gli immigrati che arrivano: dobbiamo decidere se la nostra etnia, la nostra razza bianca, la nostra società devono continuare a esistere o devono essere cancellate”

“L’uomo più veloce del mondo è di Desenzano del Garda. È destino della Lombardia far correre l’Italia sempre più forte”: così Attilio Fontana ha celebrato sui suoi canali social ufficiali la vittoria olimpica nei 100 metri di Lamont Marcell Jacobs, scatenando un’ondata di polemiche.La quasi totalità degli oltre 53mila commenti raccolti dal post su Facebook è rappresentata da critiche a quella che da molti è definita “un’ennesima occasione persa per stare zitta”.

Una delle prime a commentare l’uscita del presidente della Regione Lombardia è stata la sindaca di Crema (nel Cremonese), Stefania Bonaldi: “Jacobs è nato a El Paso, in Texas, da madre italiana e padre texano, vive in Italia da quando aveva 18 mesi e si sente ‘italiano in ogni cellula’ – ha scritto – Se mai è la multiculturalità a far correre forte. Prenda nota, Presidente, perché non vale solo per Marcell!”.

Inevitabile ricordare a questo proposito le dichiarazioni rilasciate da Fontana nel gennaio 2018. All’epoca, candidato alla presidenza regionale, aveva detto ai microfoni di Radio Padania: “Non possiamo accettare tutti gli immigrati che arrivano: dobbiamo decidere se la nostra etnia, la nostra razza bianca, la nostra società devono continuare a esistere o devono essere cancellate”.

Quando si era poi visto travolgere dalle contestazioni, aveva parlato di “lapsus”, ma quell’esternazione non è ovviamente stata dimenticata.

A richiamarla nelle ultime ore hanno pensato fra gli altri I Sentinelli di Milano, l’associazione laica e antifascista che da anni lotta contro ogni forma di discriminazione: sulla loro pagina Facebook è stato pubblicato un post che accosta quella frase del 2018 all’esultanza di Fontana per la vittoria di Jacobs, sottolineando l’incoerenza del leghista con il sintetico ma significativo commento “L’imbarazzo”.

Luca Paladini, il portavoce dei Sentinelli, ha pubblicato un commento anche sulla sua pagina personale: “Perché questa non è mica una vittoria per il Paese e dei suoi figli cittadini del mondo. Macché. È roba lombarda, capite? Un provincialismo da operetta. Attilio Fontana è un uomo imbarazzante”.

Dure critiche al presidente della Lombardia anche da parte del senatore del M5S ed ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli: “Jacobs è un grande italiano, a differenza tua che con questi post continui a dimostrarti minuscolo” ha scritto sulla pagina Facebook di Fontana.

Sulla stessa lunghezza d’onda il lapidario commento dello scrittore Matteo Bussola: “La decenza, questa sconosciuta”. E Vladimir Luxuria, attivista per i diritti Lgbt ed ex parlamentare, si limita a un insulto.

E sono migliaia i cittadini indignati: “Egregio signor Fontana, se l’Italia corre è perché corre tutta insieme. Questo ragazzo di Desenzano prima di essere lombardo è un grande italiano figlio di una grande terra quale è il nostro Paese – ha scritto uno di loro – Nello sport come in tutte le altre attività umane, i risultati si ottengono facendo squadra e sentendosi parte di un progetto comune. Se la Lombardia corre lo fa anche grazie al contributo del resto del Paese”.

Un altro utente rincara la dose: “Ci sono persone che ci rendono orgogliosi di essere italiani ed altre, come lei, che ci fanno veramente vergognare” e c’è chi fa notare che “Jacobs è nato negli Usa. A pensarla come molti di voi sarebbe un extracomunitario. Meno male che però non la pensiamo come voi e sappiamo che è un grande italiano”.

Non manca chi fa sarcasticamente i complimenti al presidente della Regione Lombardia: “Come rovinare con un post una giornata splendida per lo sport italiano. È destino di noi lombardi avere palle al piede”. E ancora: “Proprio in tema con i Giochi olimpici. Quelli uniscono, lei divide”.

Ieri sera Palazzo Lombardia si è illuminato d’azzurro come “primo riconoscimento simbolico della nostra Regione per onorare una giornata che entra a pieno titolo nella storia dello sport italiano” ha spiegato Fontana sui social, che non gli hanno comunque perdonato lo scivolone.

“Una stupidaggine come quella del post precedente non si cancella con un po’ di azzurro” è uno dei commenti, mentre in un altro si legge: “Perché non illuminato di verde? Visto che secondo lei ha corso la Lombardia e non l’Italia. Imbarazzante e vergognoso”.

COMMENTO:

Egregio Fontana, Lei ha saputo distinguersi solamente come uno dei peggiori governatori italiani.

Non perde occasione per aprire la bocca e dire cose inaccettabili.

Jacobs é un grandissimo atleta che ha un solo difetto: avere un governatore razzista come lei.

Grazie, Jacobs, continuerò a stimarti per come sei, non per il colore della tua pelle.

Questa dipende dalla melanina non dall’essere un grande essere umano.

Gianni ZANIRATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *