ZITA DAZZI, LO SFOGO DELLA GIORNALISTA: ” MIO FIGLIO IMPRIGIONATO IN OSPEDALE PER COLPA VOSTRA”, LEZIONE AI NO-VAX

Queste parole di Zita Dazzi, giornalista di Repubblica, mi hanno molto colpito.

I no vax dovrebbero leggerle.

E non solo loro.

“Cari No Vax, cari manifestanti contro il Green Pass obbligatorio, vi scrivo da un grande ospedale milanese, dove sto assistendo mio figlio di 16 anni, colpito da una patologia importante, che non ha nulla a che vedere con il Covid. Io ho il massimo rispetto per i dubbi e le paure altrui, ma credo anche nella forza dei numeri, che stanno dimostrando come i vaccini siano l’unica arma utile al momento per combattere il Coronavirus.

Chi deve stare in ospedale a lungo, anche se ha ricevuto già due dosi di vaccino, anche se ha il Green Pass, come mio figlio, non può vedere nessun parente, anche se si tratta di persone che hanno il certificato verde. Volete sapere perché? I medici ce lo hanno spiegato: ‘A causa della situazione che c’è fuori dall’ospedale, dove il virus continua a circolare, con cinquemila contagi al giorno, non ci possiamo permettere focolai in reparti dove ci sono pazienti immunodepressi, sottoposti a terapie pesanti’.

Ma voi che rivendicate la vostra libertà di non vaccinarvi – e quindi magari di ammalarvi e di contagiare altri – ci pensate mai a tutti quelli che non hanno la libertà nemmeno di vedere un fratello o una sorella durante mesi difficili di terapia e di attesa di una guarigione?

Io sono sempre stata a favore della libertà di pensiero, ma credo che alla mia libertà esista sempre un unico limite: il limite è quello del punto dove iniziano le libertà degli altri. Lo ha detto molto meglio di me il Capo dello Stato, Sergio Mattarella: ‘Vaccinarsi è dovere morale e civico. Non si invochi la libertà, chi si sottrae mette a rischio la vita e la salute degli altri’. Aggiungo solo una mia piccola considerazione da mamma: prima di andare a fare la prossima manifestazione con quegli insensati e vergognosi richiami alla Shoah, pensate un attimo alle persone chiuse in ospedale. Agli anziani e ai bambini che rischiano di ammalarsi perché tanta gente non si vaccina. Solo un attimo. Grazie”.

COMMENTO:

Le parole di questa mamma non hanno bisogno di alcun commento.

Ornella MORETTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *