MISSILI CRUISE, DI FEO: “DALLA GUERRA FREDDA ALLA NOSTRA MARINA, L’ARMA CHE VISSE DUE VOLTE”

I missili cruise furono introdotti durante la Guerra Fredda.

Dotati di testata nucleare dovevano colpire sfuggendo ai radar.

Poi dal 1991 sono diventati protagonisti dei conflitti americani, usando però esplosivi convenzionali.

Hanno una portata di oltre mille chilometri.

La Marina italiana intende imbarcarli sui nuovi sottomarini U212 e poi sulle fregate Fremm.

Rivoluzionando le capacità di deterrenza a lunga distanza

https://video.repubblica.it/mondo/missili-cruise-di-feo-dalla-guerra-fredda-alla-nostra-marina-l-arma-che-visse-due-volte/396837/397547

COMMENTO:

Mi sembra di ricordare pochi decenni fa quando il mondo si ribellò all’ installazione delle bombe russe ed americane. Eccoci ritornati a quei tempi.
In attesa di maggiori informazioni recupero la mia bandiera arcobaleno con la scritta “pace”.
Disse a quei tempi il compagno presidente Sandro Pertini: “Si chiudano gli arsenali, si aprano i granai”.
Anche in questo momento abbiamo sempre più bisogno di granai aperti e niente bombe di qualunque specie.

Gianni ZANIRATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *